Come tutti, con Gesù nel cuore

 

Per portare Gesù agli uomini e donne del nostro tempo occorre vivere accanto a loro, come loro, con il cuore pieno di amore a Gesù e ai fratelli.

Duemila anni fa Gesù, sulle strade della Palestina, non aveva paura di essere schiacciato dalle folle, ma allo stesso tempo passava ore e ore a contatto con il Padre, anzi, era sempre in comunione con Lui, tanto da essere chiamato "il contemplativo del Padre". Questo suo atteggiamento di intimità con il Padre ha colpito i discepoli, che un bel giorno gli chiesero: "Insegnaci a pregare!"  E ne venne fuori il PADRE NOSTRO.

Anche oggi Gesù cerca persone disponibili che lo portino sulle strade del mondo, in ogni ambiente. E che allo stesso tempo vivano in profonda intimità con Lui adorandolo nella "cella del loro cuore(San Francesco) sempre, anche quando si cammina, si viaggia, si aspetta, in una profonda comunione spirituale con Lui.