Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il pensiero di annunciare Cristo deve diventare un canto nell'anima ...
(P. Giuseppe Maria)

 

Come annunciarlo?

FacebookTwitterRSS Feed

Elenco delle voci

Glossario

Cerca le voci del glossario (sono consentite espressioni generiche)
Inizia con Contiene Termine esattoSimile a

Glossaries

Term Definition
Darash

Termine ebraico che significa soprattutto ricercare, scrutare, esaminare, studiare, ma anche "racconto", così da intendersi come "strada interiore in evolversi", da cui deriva la parola Midràsh (cfr. Wikipedia).

esegesi

esegesi esegesi

Midràsh

Midràsh (ebr.מדרש; plurale Midrashim) è uno dei metodi ebraici di interpretazione e commento dei testi sacri ebraici.

Il sostantivo Midrash deriva dall'ebraico darash (דרש) che, tanto nel Tanakh quanto nellaTorah orale, significa soprattutto ricercare, scrutare, esaminare, studiare ma anche "racconto", così da intendersi come "strada interiore in evolversi" (Wikipedia).

Tanakh

Tanàkh(תנך, TNKh raramente Tenàkh) è l'acronimo con cui si designano i testi sacri dell'ebraismo (cfr. Wikipedia).

Gocce di sapienza

Nell'areopago post-moderno, che vede la diffusione di forme di ontologia debole e di etiche del finito, la teologia cristiana non può certamente adattarsi a pensare Dio come finito e impotente ... ma certamente è provocata a pensare in forme nuove la trascendenza dell'essere infinito, assoluto e onnipotente di Dio non più in termini di potenza che s'impone e può fare tutto ciò che vuole, bensì come trascendenza dell'Amore che si offre gratuitamente alla libera accettazione dell'uomo perché egli viva in pienezza la sua capacità di amare.
(Tratto da “Il difficile compito” di Giovanni Ferretti)

 

GTranslate

itenfrdeptrues

Go to top